Una domanda lecita, oltre che necessaria, che chiunque abbia un mutuo in essere dovrebbe porsi è: oggi che i tassi sono così bassi, mi conviene surrogare oppure no? Surrogare significa spostare il mutuo in un’altra banca a condizioni più favorevoli rispetto a quelle pattuite con la propria al momento della stipula. Questa possibilità che non cancella i benefici fiscali concessi al precedente finanziamento, ci è offerta dal 2007 senza costi di alcun tipo, né di perizia né di notaio o altro perché a pagarli sarà il nuovo istituto di credito, dal decreto Bersani bis sulle liberalizzazioni dei servizi e la tutela dei consumatori; chiunque ne può usufruire a patto che l’importo residuo del mutuo rimanga invariato, possono invece variare tasso e durata. Va detto che nessuna banca è obbligata a concedere surroghe, anche se tutti gli istituti le offrono perché in fondo rappresentano pur sempre un guadagno, e che la surroga può essere richiesta più volte, ma solo in linea teorica dal momento che in pratica, e questo nessuno ve lo dirà mai, questo jolly viene concesso dal sistema bancario una sola volta. Ecco perché è bene scegliere il momento più favorevole per surrogare e potersi quindi giocare la carta che permetta di migliorare per sempre le condizioni contrattuali del proprio mutuo.

Ora chiediamoci se quello che stiamo vivendo è un buon momento per surrogare. Naturalmente non esiste una risposta assoluta in quanto tutto dipenderà dalle condizioni di partenza legate al tasso complessivo che si sta pagando (indice di riferimento e spread) ed alla durata residua del contratto di mutuo. Una regola sempre valida però è questa: la surroga risulta essere via via meno conveniente a mano a mano ci si avvicini all’estinzione del contratto dal momento che in Italia la stragrande maggioranza dei mutui prevede un piano di rimborso “alla francese” ovvero un tipo di piano di ammortamento che carica la gran parte degli interessi dovuti alla banca nella prima metà degli anni previsti dal contratto. Tuttavia, oggi che i tassi sono decisamente molto convenienti come già detto, valutare una surroga non è affatto sbagliato e potreste scoprire che risparmiare, ed anche parecchio, è possibile.